Piatti tipici e ricette a Verona e in provincia di Verona

Piatti tipici a Verona, ricette e gastronomia: questa è la pagina dedicata ai bongustai e agli apprendisti cuochi. Ecco a voi tutte le ricette tipiche del comune di Verona. Primi, secondi, dolci, insaccati, vini, formaggi: ricette sconosciute ai più, ma di ottima qualità. Con le ricette che vi proponiamo stupirete tutti! Siete curiosi di provare uno dei piatti che vi proponiamo, ma ai fornelli siete un disastro? Cambiate pagina e prenotate un tavolo in uno dei ristoranti della zona o del comune: ne uscirete soddisfatti!

Piatti tipici Verona

Baccalà alla vicentina
E' la ricetta simbolo della città di Vicenza, la sua storia narra che il capitano Guerini decise di portare con se quel pesce secco che ai Norvegesi piaceva tanto e che avevano in abbondanza: lo stoccafisso. Arrivato in patria, i gastronomi vicentini si resero conto che era un'alternativa al costosissimo pesce fresco: iniziarono ad elaborare il modo per rendere unico questo nuovo alimento creando il baccalà alla vicentina.

Capesante alla veneziana
Spazzolate le conchiglie ancora chiuse. Lavatele, apritele e preparatele alla cottura. Scaldate l'olio, inseritevi i molluschi, aggiungete aglio e prezzemolo, condite con sale e pepe ultimando la cottura; unite il succo di limone, ricomponete le valva disponendovi due molluschi e condite con l'intingolo di cottura.

Crema fritta alla veneziana
E' un dolce di antica tradizione, un dessert da consumarsi sia caldo che freddo. La tradizione le vuole che queste frittelle, cotte all'ultimo momento, chiudano il pasto con un vino passito. Sono fatte con: latte, farina, amido di mais, zucchero, uovo, scorza di limone e olio per friggere.



Faraona al vino rosso
Viene cucinata mettendo in casseruola strutto, cipolla e porri, porli su fiamma vivace e unirvi la faraona infarinata per farla cuocere fino a doratura, momento in cui aggiungeremo vino, grappa e noce moscata. Serviremo con patate, salsiccia, porcini ed il liquido di cottura.

Fegato alla veneziana
Fa parte delle molte ricette tipiche della tradizione veneta, ha un gusto inconfondibile che accosta il sapore deciso del fegato all'aroma della cipolla. Le sue origini risalgono ai romani che usavano cucinare il fegato con i fichi per coprirne l'odore un po' forte. Col passare del tempo si sostituì ai fichi le cipolle, regine della cucina Veneta.

Fregolotta
Sodare un uovo, pelare le mandorle sbollentandole in acqua bollente; pelarle, tostarle e grattugiarle; pelare l'uovo, setacciare solo il tuorlo. Unire farina, zucchero, mandorle, vanillina, sale e mescolare; unire il tuorlo e il burro, lavorando velocemente una palla omogenea. Verrà avvolta nella pellicola trasparente, appiattita e fatta riposare in frigo per 60'. Imburrare una terrina, stendervi l'impasto, spolverare con zucchero semolato e infornate per 30', sfornare solo quando e' fredda e servitela su frangino di stoffa.

Gratin polesano
Imburrate una teglia, bollite del brodo; lavate, pelate e tagliate le patate; disponetele nella teglia, formando uno strato, salate e pepate. Cuocere le patate, assorbendo il brodo; copritele con fontina e pancetta e formate il secondo strato. Infornate per 20' e servitelo ben caldo.

Pandoro di Verona
E' un tipico dolce che viene consumato soprattutto durante le festività natalizie. Insieme al milanese panettone, è uno dei dolci natalizi più famosi in Italia. La sua pasta è soffice, dorata per la presenza delle uova, e profuma di vaniglia. La su forma è a tronco di cono, con rilievi a forma di stella, di solito ad otto punte.

Pasta e fasoi
E' una delle ricette più tradizionali della nostra penisola, è diffusa ed apprezzata in molte zone e ne esistono diverse varianti. Non si conosce, con certezza, quale sia la patria regionale originale della pasta e fagioli: Veneto e Toscana sono le due regioni che, più delle altre, hanno fatto della pasta e fagioli un piatto tipico.

Salsa al curry
Mescolate, sul fuoco, il burro, il curry e la farina: prima che la farina diventi scura, allungatela con del brodo, rimescolandola sempre sul fuoco. Passate il tutto da un colino molto fine, poi servite.

Piatti tipici e ricette locali: a Verona
(Nota: questa parte è gestita direttamente dagli utenti del sito, quindi non possiamo garantire la veridicità delle informazioni presenti)

  • Primi piatti di pasta efasoi
     ingredienti: pasta corta, borlotti secchi, cotiche, cipolla, carota, sedano, aglio, rosmarino. Versa in una pentola capiente, meglio se di coccio, 1/2 dl. d'olio extravergine d'oliva, scaldalo e aggiungi il trito di verdure, facendole soffriggere a fuoco lento. Metti i fagioli Borlotti (si ammollano per una notte in una terrina d'acqua) e le cotiche pulite e scottate separatamente in acqua bollente. Versa 2.5 I d'acqua fredda e portala a bollire a fiamma viva, abbassa il fuoco e fai sobbollire per tre ore. A metà cottura insaporisci con una presa di sale. Leva le cotiche dalla zuppa, affettale sottilmente e tienile da parte in caldo. Passa al setaccio metà dei fagioli e riversali nella minestra. Aggiusta di sale e metti in infusione il rametto di rosmarino per venti minuti, con la pentola coperta. Levalo, gettalo e aggiungi la pasta corta alla minestra, cuocendola al dente. Servi la pasta e fagioli in ciotole di coccio, arricchisci con del pepe macinato al momento e con un filo d'olio d'oliva crudo.

  • Capretto al vino bianco del soave
     Ingredienti: capretto, aglio, rosmarino, olio, vino soave, sale, pepe e filo da cucina. Pulisci e lava bene il capretto, poi adagialo su di un piano da lavoro ed inizia ad aromatizzarlo spolverizzando il suo interno con un trito finissimo realizzato con l'aglio, gli aghi di rosmarino ed il sale. A questo punto, servendoti del comune filo da cucina, legalo iniziando per la lunghezza e poi di traverso, sino ad ottenere una sorta di rotolo. Infilza poi con attenzione il capretto nello spiedo e mettilo a cottura. Questa sarà lunga e laboriosa e richiederà non meno di quattro ore. Dopo circa un'ora, inizia ad aromatizzare la carne esterna ungendola regolarmente con mestolini di un'emulsione che realizzerai unendo l'olio extravergine d'oliva al vino Soave e battendo il tutto con una frusta. A cottura ultimata, il capretto dovrà risultare all'aspetto dorato e croccante. È il momento di toglierlo delicatamente dallo spiedo, eliminare lo spago e tagliarlo a fette sottili. Servilo in singoli piatti da portata, accompagnato da una generosa porzione di polenta gialla tagliata a fette ed abbrustolita sulla griglia.

  • Dolci e Gelati
     Visitando tutta la provincia veronese, come in tutta la regione veneta, si possono gustare dei caratteristici dolci chiamati: i capezzoli di venere, un bon bon liquoroso, da consumarsi fresco, presanta la tipica forma di noce umbonata per dare la forma di capezzolo, di colore cacao. Le materie prime utilizzate sono: pasta di marroni, zucchero, cacao magro, liquore a base di rum.

Piatti tipici in provincia, regione:
(Nota: questa parte è gestita direttamente dagli utenti del sito, quindi non possiamo garantire la veridicità delle informazioni presenti)

  • meazza o melazza
     Con farina di polenta melassa fichi uvettaecc

Ecco alcune ricette tipiche a livello regionale:

Ricette di piatti tipici della regione veneto
Vedi tutti i vini Veneti

Condividi sui social!

Inserimento nuovo piatto tipico

Attraverso questo form è possibile inserire in questa pagina piatti tipici locali e ricette del paese o della provincia. E' necessario inserire la propria email in quanto il post non verrà pubblicato fino a quando non sarà pervenuta la conferma (attraverso l'email). Eventuali danneggiamenti e/o usi impropri di questo strumento saranno registrati (data, ora e IP del collegamento).

Locale Provinciale Regionale

To Top