Prodotti tipici locali a Tuscania e in provincia di Viterbo

Prodotti tipici locali a Tuscania: vini, insaccati, dolci, olii, prelibatezze di ogni genere. Questo è ciò troverai in queste pagine. Ogni zona d'Italia, persino ogni comune, ha i suoi prodotti tipici, le sue specialità, le sue ricette segrete, note solo a pochi del paese. Primi, secondi di carne e pesce, vini, bianchi, rossi, rosati, birre tipiche, dolci, grappe e distillati. Scopri le prelibatezze dei comuni italiani e poi parti per il tuo tour gastronomico!



Prodotti tipici locali in provincia, regione:
(Nota: questa parte è gestita direttamente dagli utenti del sito, quindi non possiamo garantire la veridicità delle informazioni presenti)

  • Formaggi e Latte
     Il caciocavallo vaccino è uno dei caratteristici prodotti caseari della provincia viterbese, è un formaggio ottenuto con lmpiego di latte vaccino al 100%. E' un formaggio a pasta filata dura stagionato da 30 giorni fino a 6 mesi. Ha una forma tipica ovoidale con testa; colore giallo paglierino; e presenta un sapore da dolce ad intenso e piccante nelle forme stagionate.

  • Pesce e Conserve
     In questa provincia laziale si pesca il coregone del lago di Bolsena, che viene pescato tutto l'anno ad eccezione del periodo compreso tra il 25 dicembre ed il 30 gennaio, nel rispetto dell'epoca riproduttiva della specie. Appartiene alla famiglia Salmonidea, vive nelle acque dolci del Lago di Bolsena, ha un corpo slanciato, schiacciato e protetto da grosse squame; una testa piccola e bocca leggermente obliqua. Questo pesce è un gregario e si mantiene tra la superficie e poche decine di metri di profondite la sua alimentazione è a base di zooplancton.

  • Frutta e Conserve
     A Celleno, una tipica località della provincia viterbese, trova le sue origini la ciliegia di Celleno, è una ciliegia con polpa poco soda e frutto medio- piccolo, dal sapore particolarmente gradevole. La sua produttività media è di circa 35 kg per pianta, con punte che giungono fino a 250 kg/pianta. La produzione complessiva, pertanto, è stimabile intorno ai 1300/1500 quintali.

  • Olio e Grassi
     Con la denominazione olio canino Dop, si qualifica quell'olio extravergine di oliva ottenuto dalle varietà di olivo Caninese, Leccino, Pendolino, Maurino e Frantoio presenti, negli oliveti locali. Ha un colore verde smeraldo con riflessi dorati; un odore fruttato che ricorda il frutto; e al palato presenta un sapore deciso, con retrogusto amaro e piccante. È ottimo sulle verdure o nelle minestre.

  • Funghi e Conserve
     Il Ferlengo o Finferlo di Tarquinia è uno dei prodotti più tipici del sottobosco locale, è un fungo appartenente alla famiglia delle Pleurotacee, nasce spontaneamente e si sviluppa parassitando la radice della pianta di ferula. Ha un colore biancastro, marrone chiaro; una testa carnosa a forma di ventaglio o di conchiglia; e un sapore spiccato tendente al dolciastro.

  • Vini
     Con la denominazione Colli etruschi viterbesi o Tusca Doc sono qualificati tutti i vini provenienenti dalla provincia omonima. Bianco, Rosso, Rosato, Procanico, Grechetto, Rossetto, Moscatello, Moscatello Passito, Sangiovese Rosato, Grechetto Rosso, Violone, Canaiolo e Merlot: queste sono le maggiori qualità di vini.sono vini dai profumi delicati, armonici, dagli odori vinosi e dai sapori vellutati e secchi.

  • Prodotti Tipici Laziali
     La regione Lazio è una regione italiana a statuto ordinario dell'Italia Centrale, seconda regione più popolata d'Italia.

    La cucina tradizionale, del Lazio, è fortemente influenzata da Roma; la regione vanta due DOP (Denominazione di Origine Protetta): l'olio extravergine d'oliva Sabina, e olio extravergine d'oliva Canino.

    Molto buoni sono i formaggi e latticini, dal formaggio pecorino DOP, alla ricotta romana, e la mozzarella di Bufala.

    Come detto all'inizio, la regione ha una forte influenza da Roma, infatti i salumi più importanti sono gli insaccati ovvero il guanciale del maiale; i macellai romani sono specializzati nella lavorazione di frattaglie e tagli di scarto. Il guanciale è la parte della gola del maiale, stagionato con sale e pepe. Infatti, molto utilizzato negli spaghetti alla carbonara e i bucatini all'amatriciana.


Prodotti tipici locali nei paesi confinanti con Tuscania
Monte Romano, Viterbo, Capodimonte, Marta, Piansano, Arlena di Castro, Canino, Montalto di Castro, Tessennano, Tarquinia

Condividi sui social!

Inserimento nuovo prodotto tipico

Attraverso questo form è possibile inserire in questa pagina prodotti tipici locali del paese o della provincia. E' necessario inserire la propria email in quanto il post non verrà pubblicato fino a quando non sarà pervenuta la conferma (attraverso l'email). Eventuali danneggiamenti e/o usi impropri di questo strumento saranno registrati (data, ora e IP del collegamento).

Locale Provinciale Regionale

To Top