Potenza (Potenza) :: Territorio, Storia e Dati Amministrativi

Il territorio, la storia di Potenza

il clima della città è continentale. Gli inverni sono decisamente freddi con precipitazioni anche di carattere nevoso. Le estati sono calde e secche. I primi abitatori della zona furono popolazioni quali i Sanniti e i Bruzi, prima dell'arrivo dei romani. Questi la chiamarono Potentia romanorum. Nel medioevo i Normanni presero la Basilicata e la unirono alla Sicilia:tuttavia in questo periodo la città subì rapine e devastazioni da parte dei Saracenti. Da questo momento Potenza seguì le sorti del Regno di Sicilia. La città, nel 1860, aprì le porte a Gabibaldi ed entrò fin da subitò nel Regno d'Italia. Arte a Potenza: il Duomo, risalente al XII secolo, dedicato a San Gerardo, è stato restaurato nel corso del Settecento. Interessante la chiesa di San francesco in Piazza Mario Pagano. Tra i simboli della città c'è la Torre Guevara, eretta nel IX secolo, che in origine era la torre di un castello andato distrutto. I Guevara erano una famoglia spagnola che fu reggente della città su incarico dei sovrani aragonesi. Imponente Palazzo Loffredo, eretto dalla fomiglia Loffredo, conti di Potenza nel Seicento. Oggi il palazzo ospita il Museo Archeologico Nazionale di Basilicata.

Dettagli Amministrativi:

Curiosità:

  • Nome degli Abitanti: potentini
  • Santo del Paese: San Gerardo
  • Festa Paesana: 30 maggio

Dati Geografici:

  • Altitudine Municipio: 819 metri sul livello del mare
  • Latitudine: 40,6453 gradi decimali
  • Longitudine: 15,8094 gradi decimali

Vedi anche il territorio e la storia nei paesi confinanti a Potenza
Anzi, Avigliano, Brindisi Montagna, Cancellara, Picerno, Pietragalla, Pignola, Ruoti, Tito, Vaglio Basilicata

Condividi sui social!

To Top