Piatti tipici e ricette a Pietracamela e in provincia di Teramo

Piatti tipici a Pietracamela, ricette e gastronomia: questa è la pagina dedicata ai bongustai e agli apprendisti cuochi. Ecco a voi tutte le ricette tipiche del comune di Pietracamela. Primi, secondi, dolci, insaccati, vini, formaggi: ricette sconosciute ai più, ma di ottima qualità. Con le ricette che vi proponiamo stupirete tutti! Siete curiosi di provare uno dei piatti che vi proponiamo, ma ai fornelli siete un disastro? Cambiate pagina e prenotate un tavolo in uno dei ristoranti della zona o del comune: ne uscirete soddisfatti!

Piatti tipici Pietracamela

Alici all'ortonese
Pulire e spinare le alici, mettere in ogni alice un filetto di acciuga salata, richiudetele, passarle nella farina, nell'uovo sbattuto e nel pangrattato e friggerle in padella, in olio ben caldo. Disporre le alici sul piatto di portata e guarnirle con spicchi di limone.

Asparagi selvatici
Hanno un gradevole sapore, sono apprezzati e utilizzati per zuppe caserecce, risotti, minestre, sughi. Dopo averli sbollentati li condiscono con olio e limone; si possono ripassare in padella con olio e aglio.

Baccalà  alla griglia con peperoni
Grigliate il baccalà e lasciatelo cuocere, togliete la pelle e spinate. Amalgamate con peperoni grigliati e sfilettati, olio, prezzemolo tritato, pezzetti d'aglio, sale. Prima di servire lasciate riposare il tutto almeno per un'ora.



Baccalà  di Natale
E' un secondo piatto diffuso e gustato un pò in tutta la nostra penisola. La sua preparazione avviene dissalando il baccalà per 2 giorni, asciugarlo, infarinarlo e friggerlo in olio di oliva: è un piatto povero, semplice ma gustoso e saporito.

Capra alla neretese
Rosolare olio, cipolla e garofano, mettere la carne di capra tagliata a pezzetti; aggiungere acqua e cuocere per 90'. Asciugata l'acqua e rosolata la carne: unire il pomodoro a pezzetti e cuocere per 60'; infine aggiungere i peperoni tagliati a listelli.

Carciofi arrostiti
Lavare i carciofi, scolarli, salarli e peparli, mettere al loro un impasto di pangrattato, menta, pepe, olio e acqua. Porre in forno una teglia i carciofi, uno vicino all'altro così che non cadano. Infornare a 150° per 40 minuti: quando le foglie si staccano sono pronti. Si mangia solo il suo cuore tenero.

Carciofi ripieni
Pulire i carciofi, sciacquarli, ammorbidirli e aprirli come fiori. Farcirli con menta, prezzemolo, aglio, pecorino, pangrattato e olio. Porli a testa in su in un tegame alto e stretto, portali a cottura per 20', chiusi, finché risultino teneri.

Cardo in brodo
Pulite i cardi, immergeteli in acqua e succo di limone e lessateli nella stessa acqua. Con maiale, uova, formaggio parmigiano ed sale, fate delle polpette, sbattete uova, parmigiano e sale. Preparate del brodo e quando sarà caldo cuocervi le polpettine ed i fegatini di pollo, bollire e servire caldo.

Castrato con patate
Rosolare la carne tagliata a pezzi con la cipolla tritata, bagnare con vino, salare, pepare e aggiungere dell'acqua tiepida e sedano tagliato. Cuocere per 30', aggiungere i pelati; a parte, lessare le patate: a metà cottura togliere le patate, sbucciarle, tagliarle e porle nel brodetto all'ultimo quarto d'ora di cottura: mescolare e servire caldo.

Chitarra ai peperoni
Pulire i peperoni, tritateli con cipolla. Mentre la pasta cuoce, scaldate appena la panna con il trito di verdure, regolate il sale e il pepe, quindi preparate ad utilizzare questo sugo per condire le fettucce, una volta scolate. Servitele calde.

Cipollotti al timo
Sgranate il timo, sbucciate e tagliate le cipolle, mescolate olio, timo e cipolla con olio aromatico e disponete le cipolle ben stese in una teglia coperta con carta da forno: cuocete in forno caldo a 180°C per 25'. Ponete, spezzettate, insalata, ravanelli e caciocavallo: condite, quando le cipolle sono cotte, le insalate e i ravanelli con un pizzico di sale.

Cozze alla vastese
In una pentola versare le cozze, acqua, olio, aglio prezzemolo, coprire e cuocere, toglierle lasciando la sabbia sul fondo della pentola, aprire le cozze e togliere la parte vuota. Ricoprire la metà di cozza con l'impasto di pangrattato, aglio e prezzemolo tritati, olio, limone e salsa di pomodoro: gratinare in forno

Fave con il guanciale
Sbucciare le fave fresche, fare un soffritto, in olio, con cipolla e guanciale tagliato; aggiungere le fave, sale e pepe e lasciarle insaporire per 30', aggiungendo dell'acqua calda, e servirle calde. Se si usano le fave secche lessate e insaporire per un periodo più breve, aggiungendo del vino bianco.

Finocchi al forno
Lessare i finocchi, in poco d'olio, mettere i finocchi, spargere il dado granulare e ricoprire con abbondante pangrattato. Condire con olio e cuocere, in forno caldo a 180°, fino a che non sono belli dorati, circa 15-20 minuti. Servire ben caldi.

Fregnacce
Preparare un ragù con salsiccia, carne, pomodori, cipolla, peperoncino e olio di oliva; dividerlo in due parti, unire, a una, uova e pecorino grattugiato. Preparare le patelle impastando uova e farina; tirare una sfoglia e tagliarla in quadrati. Disporle sul tavolo, mettere al centro il ripieno e ripiegare in quattro. Disporre le "fregnacce" in una teglia, cospargerle con pecorino, ragù, infornarle a caldo per pochi minuti e servire.

Frittata di olaci
Lavate e mondate gli olaci, poneteli in una pentola con peperoncino e sale. Con un peso sul coperchio, cuoceteli per 20', scolateli, strizzateli e tritateli; sbattete uova, salate e unite il trito. Ungete una pentola e versatevi gli olaci con le uova. Dorate, girando la frittata con l’aiuto di un piatto.

Insalata di carote alla cannella
Pulite le carote e tagliatele a julienne, sistematele nell'insalatiera, salate, oliate e mescolate; completate con un'abbondante spolverata di cannella in polvere. Servitela con crackers o pane tostato.

Insalata di crudo
lavate i calamari, sgusciateli, asciugateli su un canovaccio e metteteli in una insalatiera grande. Aprite le cozze, le vongole, e le telline; unite i molluschi ai calamari, aggiungete la cipolla; condite con olio, sale, aceto, mescolate e servite.

Insalata di zolle
E' una ricetta composta dalle parti sommitali di scapi fiorali d'aglio, sale, olio, aceto qb. Per la sua preparazione e necessario lessare le zolle al dente, scolarle e condire con sale, olio e aceto, secondo il proprio gusto.

Involtini con fagioli
Stendete le fette di carne, e battetele con un batticarne, bollire e scolare i fagiolini; fate un battuto con rosmarino e aglio, spalmatelo sulle fette di carne. Tagliate il parmigiano e mettetelo al centro di ogni fetta di carne, mettete 4 fagiolini per ogni fetta di carne ed arrotolate. Avvolgete ogni involtino in 4 fette di pancetta e fermate con spago da cucina; adagiate la carne in padella e cuocere, sfumando con il vino bianco: servite ben caldo.

Li cumberzejune
Sbattere uova e zucchero, aggiungete olio, latte, farina, la scorza di limone e lievito per dolci. Lavorate bene il composto, ottenendo una consistenza cremosa e compatta; aggiungervi l'anice. Create piccole strisce, disporle su una piastra infarinata e cuocere fino a doratura.

Maccheroni alla pecorara
Lavorare la pasta in cordoncini sottili ad anelli di circa 8 cm, rosolare nell'olio la carne, la cipolla tritata, il guanciale e i funghi. Soffriggere e aggiungere i pomodori, aggiungere basilico e spegnere. Lessare i maccheroni, scolarli e saltarli in una padella imburrata, aggiungere del pecorino Versare la pasta in una pirofila calda, con peperoni, melanzane e zucchine fritte, olive, ricotta: servire subito.

Maccheroni con le ceppe
E' una tipica pasta all'uovo fresca dalla forma di un bucatino della lunghezza di 10 cm., la tradizione vuole che venga condita con funghi cotti in padella con aglio e olio, li ceppe ( nghi li fungh ). Ancora oggi per fare il buco nel maccherone si adopera una sottile bacchetta di legno ben levigata (ceppo).

Mafalde al baccalà 
Ammollate i funghi , impastare farina, acqua e sale, ritagliate tante tagliatelle, pulite il baccalà e ritagliatelo, soffriggete un trito di aglio e cipolla; aggiungete il baccalà e dorare; calate i pomodori, i funghi, peperoncino, l'alloro e cannella; salate e cuocere, adagio. Lessate la pasta scolatela e conditela con il sugo del baccalà e portate in tavola.

Mazzancolle con salsa allioli
Lavare e sgusciare le mazzancolle, condirle con sale e olio, metterle in una teglia e infornare per 10'. Scolarle dal liquido di cottura, metterle in una teglia, coprire con salsa allioli, mescolata con tuorlo d’uovo: rimettere la teglia in forno e cuocere per 3'.

Mostaccioli
Sono realizzati con un impasto di cacao, farina, zucchero e spezie e ricoperti di cioccolato. Ne esistono di svariate versioni ma i più famosi hanno un cuore morbido e una copertura croccante. I mostaccioli sono aromatizzati con spezie tipiche come cannella, noce moscata e chiodi di garofano.

Neole
Lavorate uova, zucchero e scorza di limone, ottenendo una crema chiara e profumata, aggiungete l'olio, farina e fecola piano piano: quando tutto sarà amalgamato aggiungete il lievito. L'impasto deve essere denso, mettetene un cucchiaio sulla piastra e chiudete preparando gustose cialde o neole.

Olive farcite
Snocciolate le olive, servendovi di un mixer, frullate il burro morbido con i filetti d'acciuga, ottenendo un composto cremoso: versate la crema in una siringa da cucina e farcite le olive.

Olive nere punciute
Sono strati sovrapposti di olive, inframmezzati con strati di sale grosso, sopra il tutto, si pongono foglie di ulivo e una pesante pietra, che esercita una gentile spremitura delle olive, che perdono il loro succo acquoso e il gusto amaro. Sul sapore del prodotto finito agiscono il parziale essiccamento della polpa e la penetrazione del sale nei tessuti. La ragione di drenare il succo amaro delle drupe e dovuta al fatto che, se rimanesse, favorirebbe la comparsa di muffe, nonostante il sale.

Panzanella
E' un'antica ricetta che prevede pane raffermo, cipolla rossa, basilico; il tutto condito con olio, aceto e sale. In Toscana il pane viene ammollato e poi strizzato fino a sbriciolarlo e spezzettarlo per mescolarlo agli altri ingredienti.

Pastuccia
Semplice nella sua realizzazione, necessita di pochi e basilari ingredienti. La pancetta o il guanciale di maiale andranno ad insaporire in modo energico e caratteristico la pietanza in questione. Quando a Teramo le salsicce cominciano ad asciugare ed indurire è solito usarle proprio per questo piatto.

Penne alla Mimosa
Semplice ricetta abruzzese, bollire la pasta, scolare al dente, condire con panna e zafferano e servire ben calda.

Peperoni ripieni
Sbollentare i peperoni per 10', tagliare prosciutto cotto e mozzarella. Preparare un impasto con: uova, sale, filetti di acciuga, capperi, basilico, prezzemolo, mozzarella e prosciutto cotto: mescolare, aggiungendovi parmigiano, pangrattato e olio, ottenendo un composto ben legato. Scolare i peperoni, tagliarli e pulirli togliendo i semi ed i filamenti; porli, ripieni, in una pirofila oliata, aggiungere acqua fredda e infornare per 30': impattare e servire.

Pesche in gelatina di lamponi
Tagliare le pesche a dadini, metterle in stampini, coprirle con gelatina e porrle in frigo per almeno 2 h. Al momento di servire, sformare e coprire con la salsa di lamponi. Guarnire con qualche lampone intero.

Pollo all'abruzzese
Arrostite i peperoni, pelateli e tagliateli; tritate le cipolle e indoratele in olio, aggiungete il pollo, la cipolla, sale, pepe, i pezzi di pomodori: rosolare a fiamma bassa. I peperoni sono cotti in una pentola con coperchio e aggiunti alla carne solo 10' prima di spegnere il fuoco.

Ragù tipico abruzzese
Tritare le carni, le verdure e la pancetta; rosolare tutto col burro, e continuare a fuoco lento. Evaporare il vino, aggiungere brodo caldo, salsa di pomodoro, sale, pepe e chiodo di garofano: cuocere per 50 minuti circa.

Sfogliata di colombe
E' un dolce semplice, sfizioso, fatto di pasta sfoglia e farcito con crema pasticcera. La sua preparazione è veloce: si taglia la pasta sfoglia con uno stampo a forma di colomba e, una volta cotte in forno, le colombine si farciscono con la crema pasticcera.

Sformato di spinaci
Sono delicati e squisiti antipasti, serviti con una gustosa crema al parmigiano che ne esalta il sapore. Per prepararli basta un composto di spinaci, uova, parmigiano e pinoli; una veloce cottura al forno in un bagnomaria: il tocco finale è la crema al parmigiano.

Spaghetti alla giuliese
Lavare e pulire le vongole, 3 scampi e dividerli in due; scaldare olio ed aglio, porvi le vongole con il loro sugo e gli scampi. Cuocere a fuoco vivo ed aggiungere, il peperoncino a pezzetti. Bollire gli spaghetti, condirli con le vongole e con l'intingolo.

Stoccafisso all'abruzzese
Tagliare lo stoccafisso, lavarlo ed asciugarlo; soffriggere olio e cipolla, sistemarvi lo stoccafisso e cuocerlo per 10'. Tritare prezzemolo, aglio e peperoncino; cospargerlo sul pesce, aggiungere alloro, cannella, chiodi di garofano, passato di pomodoro e unire i funghi: coprire e cuocere per 210'. Unire le patate tagliate, salare e proseguire lentamente la cottura fino a che lo stoccafisso sarà ben tenero.

Sugo alla diavola
Tritare cipolle e aglio, scaldare l'olio, aggiungere il trito, peperoncino e pancetta: rosolare, aggiungere polpa di pomodoro, salare e cuocere semi-coperto per 30 minuti.

Tacchino alla neretese
Tagliate il tacchino in pezzi, mettetelo in una pirofila con aglio, rosmarino, vino bianco, strutto e acqua sufficiente a coprirlo. Cuocete in forno per 180', facendo assorbire tutta l'acqua; impattare e servire.

Tacchino con le castagne
Lavate e incidete le castagne, bollitele per 10', estraetele sbucciatele e rituffatele nell'acqua. Salate e pepate il tacchino; mescolate castagne, salsiccia, sale e pepe; farcite l'interno del tacchino, cucite l'apertura per evitare la fuoriuscita del ripieno durante la cottura. Sistemate il tacchino in una pirofila unta con burro e distribuitevi il burro rimasto e gli aromi: cuocete, in forno per 135', irrorando con vino. Scartate gli aromi e prelevate il fondo di cottura, mettetevi le castagne e cuocete a fuoco basso, coperto, per 15'. Alla fine, versate il cognac e fiammate: servite il tacchino con le castagne e la salsa.

Tagliatelle con il baccalà
Ammollare il baccalà, e tagliatelo a striscioline; soffriggere la cipolla in olio, unite pomodori pelati, olive, baccalà, acqua e sale e cuocere. Cuocete in poco olio mollica, noci, mandorle e uvetta. Lessare la pasta, unirvi il sugo e il trito, saltando tutto insieme, poi impattare e servire.

Tarallucci lessi
Sono una specialità pugliese. Sono prima cotti nell'acqua bollente poi cotti una seconda volta nel forno. Questo gli permette di avere una consistenza croccante e friabile, nonché un sapore più deciso rispetto alla cottura solo in forno, usata nei taralli prodotti dalla grande distribuzione.

Tiella
E' un re della tradizione gastronomica pugliese, è a base di riso, patate e cozze, arricchito da cipolla e pomodoro. E' cotto in forno per 60', tempo che le patate si ammorbidiscano, le cozze e il riso si cuociano e la gratinatura superficiale diventi croccante e dorata. E' ottima servita, in estate, come piatto unico ricco e profumato.

Timballo di funghi e riso
Pulite i funghi e tagliateli; tritate cipolla, aglio, prezzemolo e sedano: soffriggeteli in olio, unite i funghi e cuocere per 10'. Setacciare i pomodori e uniteli ai funghi, salate, pepate e cuocere per 20'. Lessate il riso, scolatelo e versatelo in una terrina; conditelo con la salsa di funghi e il pecorino e fatelo intiepidire e unire le uova sbattute. Imburrate uno stampo e disponetevi uno strato di riso, la salsa di funghi e chiudete con altro riso. Spolverizzate con il pangrattato e infornate per 20' poi servite.

Timballo di scrippelle
Amalgamare uova, farina e acqua; scaldare una padella, unta d'olio, versarvi il composto, coprendone la superficie: rapprendere e capovolgere la scrippella: continuare sino al termine del composto. Porre in una teglia strati di scrippella, sugo, carciofi, mozzarella, burro, uova sode e parmigiano: continuare fino ad esaurimento degli ingredienti. Ripiegare infine i lembi delle scrippelle, coprire con 2 scrippelle bagnate di sugo e parmigiano: cuocere al forno per 90'.

Torroncini
Si preparano abbrustolendo le mandorle per poi tritarle creando in seguito dei bastoncini che andranno quindi posti in forno per una ventina di minuti e degustati una volta raffreddati.

Tortelli abruzzesi
Si preparano con la pasta che sarà lavorata con ricotta, uova e noce moscata. Sono serviti con un saporito ragù di carne: per ottenere il massimo risultato sono spolverati con parmigiano grattugiato.

Virtù
E' un antico minestrone composto da legumi secchi, da ammollare e lessare separatamente, ai quali sono aggiunti quelli freschi, il tutto è arricchito da verdure fresche e altri ingredienti come prosciutto crudo, cotenna, carne di manzo, carne d'agnello, lardo, parmigiano, pasta di semola di grano duro di varia qualità, carne tritata, olio d'oliva, sugo di carne e pasta.

Zuppa
Ammollate i fagioli, bollire le cotenne di maiale, raffreddare, raschiatele e tagliatele. Tritate la pancetta, scaldare dell'olio e doratevi la pancetta, unite cotenne, fagioli, cipolla, sedano, e alloro, salate e pepate. Cuocere per 180'. Mixare i fagioli, rimettete tutto in pentola, aggiungete la pasta e aspettate che sia al dente, mescolando di tanto in tanto. Servire ben calda.

Ecco alcune ricette tipiche a livello regionale:

Ricette di piatti tipici della regione abruzzo
Vedi tutti i vini Abruzzesi

Piatti tipici locali nei paesi confinanti con Pietracamela
Fano Adriano, Isola del Gran Sasso, L'Aquila

Condividi sui social!

Inserimento nuovo piatto tipico

Attraverso questo form è possibile inserire in questa pagina piatti tipici locali e ricette del paese o della provincia. E' necessario inserire la propria email in quanto il post non verrà pubblicato fino a quando non sarà pervenuta la conferma (attraverso l'email). Eventuali danneggiamenti e/o usi impropri di questo strumento saranno registrati (data, ora e IP del collegamento).

Locale Provinciale Regionale

To Top