Piatti tipici e ricette a Perugia e in provincia di Perugia

Piatti tipici a Perugia, ricette e gastronomia: questa è la pagina dedicata ai bongustai e agli apprendisti cuochi. Ecco a voi tutte le ricette tipiche del comune di Perugia. Primi, secondi, dolci, insaccati, vini, formaggi: ricette sconosciute ai più, ma di ottima qualità. Con le ricette che vi proponiamo stupirete tutti! Siete curiosi di provare uno dei piatti che vi proponiamo, ma ai fornelli siete un disastro? Cambiate pagina e prenotate un tavolo in uno dei ristoranti della zona o del comune: ne uscirete soddisfatti!

Piatti tipici Perugia

Bandiera
E' un contorno di peperoni, cipolle e pomodori, è una peperonata tipica della cucina umbra, specie del capoluogo, facile da preparare, si tagliano a listarelle e cubetti i tre ingredienti principali, si cuociono in padella con coperchio, come una specie di stufato.

Brosega
Rosolare con l'olio la cipolla sminuzzata. Mettere poi a cuocere i pomodori con un pizzico di sale a fuoco moderato. Quando il sugo sarà quasi cotto aggiungere le uova e strapazzandole terminare la cottura.

Brustengolo
E' un classico pane povero con frutta secca, come da tradizione umbra; porre la farina di mais in acqua bollente, riposare tutta la notte; poi aggiungere uvetta, pinoli, noci, nocciole e mele a fette; collocare in appositi stampi, cuocere al forno e consumare freddo.



Ciaramicola
Impastate farina, uova, zucchero, burro, buccia di limone, lievito e Alchermes, mettete in uno stampo imburrato, dividete due strisce di pasta e incrociatele sopra la ciambella. Infornate a 180° per 30'. Montate a neve chiare d'uovo e zucchero; spalmatele sul dolce sfornato e cospargeteci confetti colorati. Rimettete in forno spento, asciugare ed indurire le chiare montate.

Crostini alla ghiotta
Tritate il prosciutto e ammollatelo con vino, aceto, olio, limone, salvia, rosmarino, aglio, sale e pepe; bollite fino a ridurre a metà il liquido. Travasate, passando attraverso un colino, aggiungete i fegatini, ridurre ancora e salate. Spalmate sul pane abbrustolito e servite.

Fave in insalata
Sgranate, lavate, sbucciate le fave, bollitele in acqua salata e cuocere per 10'. Scolare e impattare; sbucciate e tritate l'aglio; lavate e asciugate la menta fresca e spezzettatele. Mettete in una ciotola aglio, menta, sale, pepe, olio e aceto: emulsionate e condite le fave.

Minestra di farro
E' un primo piatto ricco, dal sapore rotondo e da consumarsi nella stagione fredda, è ottima servita con un filo di buon olio a crudo che esalta il profumo dei borlotti e lo rende completo. E' bene servirla ben calda e può essere anche un ottimo piatto unico.

Olive nere con buccia d'arancia
Strizzate le olive su un panno di cotone, lavatele con acqua tiepida, tritare la buccia d'arancia, aglio, alloro e unitevi le olive. Amalgamare il tutto con olio e sale: lasciar riposare per almeno ventiquattro ore prima di servire.

Omelette ai tartufi
Lavate e pulite i tartufi e tritateli; sbattete le uova con sale e pepe nero, unite i tartufi e amalgamate Dorate in olio uno spicchio d'aglio, eliminatelo, versate il composto, coprite e cuocete fino a quando la frittata si staccherà dal fondo, giratela e completate la cottura: servite calda o fredda.

Pollo alla cacciatora
E' un secondo piatto tipico della tradizione toscana, è una ricetta semplice e gustosa grazie alla presenza di ingredienti saporiti, come cipolla, pomodoro, e vino rosso che esaltano il sapore del pollo. Il pollo, allevato dai contadini, diventava nei giorni di festa, un lauto pasto arricchito dalle verdure dell'orto e dal vino rosso appena aperto.

Salsa al tartufo
Mettere in casseruola, dell'olio extravergine d'oliva, unire prezzemolo tritato, aglio e due alici, pulite, lavate e fatte a pezzettini: scaldare a fuoco basso e, quando l'aglio è imbiondito, spegnere e raffreddare; togliere l'aglio e aggiungere il tartufo nero grattugiato, pepe e sale.

Salsa bordolese
Rosolare nel burro lo scalogno, unire midollo di bue, timo, alloro e vino rosso, riducete ad un quarto, spegnere e filtrare. Rimettere sul fuoco la salsa, unire dell'acqua bollente o brodo di carne. Bollire per 15', unite succo di limone e togliete dal fuoco.

Spaghetti al tartufo nero
Si preparano sciogliendo il burro nel brodo con metà tartufo e, dopo la mantecatura, versarla sulla pasta cotta al dente e grattugiando il rimanente tarfufo sulla pasta.

Spiedini spoletini
Infilzate sugli spiedini piccoli pezzi di lonza, agnello, fegato e pollo, alternando con pancetta e della salvia, conditeli con sale, pepe, rosmarino e bacche di ginepro. oliate e lasciate insaporire gli spiedini per 6 ore. Disponeteli sulla griglia e cuoceteli sulla brace per 15': serviteli ben caldi.

Tagliatelle alla spolentina
Tritate tartufo e aglio, amalgamate il tutto con la pasta d'acciughe e olio. Le tagliatelle, appena scolate, vanno condite con la salsa appena preparata.

Tozzetti
preparare una pasta con uova, zucchero, olio di oliva, lievito, buccia grattugiata di un limone, latte, liquore a piacere, nocciole tostate e farina ottenendo una pasta molto morbida. Formare lunghi e larghi cilindri, adagiateli in teglie ricoperte da carta da forno. Ungeteli e spennellateli con uovo sbattuto, infornate per 20'. Raffreddarli, tagliarli ottenendo, adagiati sulle teglie, foderate con carta da forno, poggiati sulla superficie da taglio, e infornati per qualche minuto, conferendo una lieve tostatura.

Umbricelli
Sono spaghetti grossolani, di cui il miglior condimento è il classico ragù, ma secondo la tradizione umbra, si possono gustare anche con battuto di pancetta, soffritta con cipolla, carota, sedano ed erbe aromatiche a piacere; olio, aglio, pomodoro e peperoncino; con i funghi, con gli asparagi o con tartufo nero.

Uova al tegame
Separare i tuorli dagli albumi, friggere questi ultimi nel burro caldo, salarli, aggiungete i tuorli e cuocere per un minuto, in modo che risultino cremosi. Arricchire le uova al tegamino con due fette di bacon, rosolate senza grassi fino a che non saranno croccanti, ponendole al lato dei tuorli.

Piatti tipici e ricette locali: a Perugia
(Nota: questa parte è gestita direttamente dagli utenti del sito, quindi non possiamo garantire la veridicità delle informazioni presenti)

  • minestra alla perugina
     Occorrono: manzo, olio d'oliva, carota, porro, sedano, brodo, parmigiano grattugiato, albume e sale. Mondare carota, porro e sedano, poi tagliuzzarli e farli insaporire nell'olio o nel lardo. Mettere la carne di manzo in una casseruola, unire l'albume e il brodo caldo, mescolare bene e versare un uguale quantitativo d'acqua; aggiungere le verdure,salare e porre il recipiente sul fuoco. Mescolare sempre e lasciare cuocere sino a che il brodo si sarà ridotto della metà e sarà divenuto limpido. Versare la minestra nell'apposita zuppiera, spolverizzarla con dell'ottimo parmigiano e servirla subito.

  • Secondi Piatti Coratella d'agnello
     Ingredienti: fegato, milza, cuore, budella, cipolle, finocchi fresco,salvia, olio extra vergine di oliva, pepe, sale, vino bianco. Tagliare le interiora in pezzi non molto piccoli, intrecciare le budella più piccole e tagliare le più grandi a striscioline. Sbollentare il tutto per un attimo. Mettere in un tegame olio, sale, pepe, cipolla, finocchio fresco e salvia. Appena la cipolla prende colore, mettere la coratella, cuocere qualche minuto e poi annaffiare con vino bianco secco da far evaporare. Aggiungere ancora un poco di cipolla tagliata sottile e portare a cottura a fuoco basso. Una variante non contemplata dalla tradizione può essere quella di aggiungere un poco di latte durante l'ultima cottura e qualche foglia di alloro.

  • Contorni la Baggiana di Gubbio
     Ingredenti: fave fresche già sgranate, cipolle, maggiorana, finocchio selvatico, passata di pomodoro, olio extravergine di oliva, sale e pepe nero. Portate a ebollizione una pentola di acqua salata e sbollentate le fave per almeno mezz’ora. Intanto tritate finemente la cipolla e le erbe aromatiche e ponete il tutto a soffriggere con l’olio. Dopo una decina di minuti aggiungete la passata di pomodoro, alzando il fuoco in modo che evapori l’acqua in eccesso. A questo punto aggiungete le fave, lasciate insaporire per una mezz’oretta, poi servite caldissimo.

  • Dolci e Gelati
     Le Castagnole sono il dolce più caratteristico che si può gustare in tutta la provincia perugina: sono gnocchetti fritti imbevuti di alchermes o cosparsi di miele o zucchero. Ne esistono due varianti: morbide, con impasto lento e cremoso; e dure, con impasto morbido ed elastico. Sono preparati con farina di grano tenero, uova, mistrà o rhum, buccia di limone grattugiata, olio di semi oppure olio d’oliva oppure burro, un pizzico di lievito chimico, strutto di suino per la frittura. Il composto va coperto e lasciato riposare per circa 15 minuti. Si versa poi l’impasto a cucchiaiate nello strutto bollente; durante la cottura, le castagnole devono aumentare di volume. Infine, vengono scolate su carta assorbente e cosparse di alchermes, miele o zucchero a piacere.

Ecco alcune ricette tipiche a livello regionale:

Ricette di piatti tipici della regione umbria
Vedi tutti i vini Umbri

Piatti tipici locali nei paesi confinanti con Perugia
Assisi, Bastia Umbra, Corciano, Deruta, Gubbio, Magione, Marsciano, Panicale, Piegaro, Torgiano, Umbertide, Valfabbrica

Condividi sui social!

Inserimento nuovo piatto tipico

Attraverso questo form è possibile inserire in questa pagina piatti tipici locali e ricette del paese o della provincia. E' necessario inserire la propria email in quanto il post non verrà pubblicato fino a quando non sarà pervenuta la conferma (attraverso l'email). Eventuali danneggiamenti e/o usi impropri di questo strumento saranno registrati (data, ora e IP del collegamento).

Locale Provinciale Regionale

Booking.com

Immagini



Inserisci un immagine di Perugia

To Top