Piatti tipici e ricette a Parma e in provincia di Parma

Piatti tipici a Parma, ricette e gastronomia: questa è la pagina dedicata ai bongustai e agli apprendisti cuochi. Ecco a voi tutte le ricette tipiche del comune di Parma. Primi, secondi, dolci, insaccati, vini, formaggi: ricette sconosciute ai più, ma di ottima qualità. Con le ricette che vi proponiamo stupirete tutti! Siete curiosi di provare uno dei piatti che vi proponiamo, ma ai fornelli siete un disastro? Cambiate pagina e prenotate un tavolo in uno dei ristoranti della zona o del comune: ne uscirete soddisfatti!

Piatti tipici Parma

Brodetto di pesce
Due regioni si contendono la sua paternità: Romagna e Marche. In Romagna non è brodetto senza la gallinella che, nelle Marche, è sostituita con il San Pietro. Ogni paese della riviera ha la sua piccola variante che non altera nella sostanza la ricetta base che utilizza molte qualità di pesce.

Burriche
Preparare la pasta sfoglia, stenderla e ripiegarla a libro: e ripetere 1'operazione per altre 2 volte ottenendo una sfoglia non troppo sottile. Mescolare mandorle, zucchero, tuorlo, scorza di limone e burro. Ricavare dischi di pasta; farcirli e richiuderli a semicerchio ottenendo così le burricche. Metterle in una teglia coperta di carta forno, cuocere a 180°C per 30'.

Burro alla polpa d'aragosta
Ammorbidire il burro a temperatura ambiente, incorporatevi corallo, uova, parti gelatinose e polpa dell'aragosta tutto tritato finemente. Salate e spalmate su canapè e tartine.



Cannelloni di pollo
Lessate il petto di pollo e tritatelo; Tagliate e stufate i carciofi con aglio, olio, vino, sale e pepe. Mixate carciofi, pollo, uovo e sale ottenendo un composto non troppo morbido o cremoso. Preparate la sfoglia e la besciamella, stendete una sfoglia sottile e ritagliatela in 18 quadrati, sbollentate uno ad uno i quadratini di pasta, adagiateli sulla spianatoia umida. Distribuite il composto sui quadrati di pasta ed arrotolateli a cannellone. Sistemate i cannelloni in una pirofila imburrata, condite con besciamella, grana, e fiocchi di burro. Cuocete in forno caldo a 200° fino a quando non saranno gratinati.

Cappelletti all'emiliana
Tritare e soffriggere carne e burro. Mescolare con pangrattato, aggiungendo brodo, parmigiano, prosciutto, noce moscata e sale. Preparate la sfoglia, ricavare dei riquadri e deporvi il ripieno. Richiudeteli a forma triangolare, facendo attenzione che siano ben chiusi. Condire con ragù di carne.

Cavolfiore romagnolo
Lavare e tagliare il cavolfiore, tritare prezzemolo e aglio. Soffriggere, con olio, il tritato, unire il cavolfiore, sale e pepe; cuocere il tutto per qualche minuto. Diluire il concentrato di pomodoro con acqua calda, versarlo sul cavolfiore: cuocere coperto fino a che la verdure non sia morbida, scoprire e asciugare il liquido in padella prima di servire

Chiacchere reggiane
Lavorate e ottenere un impasto liscio ed omogeneo, avvolgetelo e lasciatelo riposare per 30'; dividetela in pezzi, stendetela sino ad ottenere sfoglie dello spessore di 1 mm. Ricavate dei ritagli romboidali, friggeteli in olio bollente, scolateli, impattateli e spolverizzateli con lzucchero a velo e servitele subito o conservatele anche per diversi giorni.

Filetto alla Bolognese
Tritare cipolla, carota, sedano e pancetta: rosolare in olio; quando il grasso si sarà sciolto, mescolando, unire il trito e rosolare la polpa di manzo. Mescolare in modo che la carne assuma un colore bruno, evaporare con vino. Aggiungere il concentrato di pomodoro, sale e pepe; proseguire la cottura per 120'.

Focaccia di vitello
Amalgamate carne trita di manzo, uovo, parmigiano, pangrattato, aglio tritato, prezzemolo, sale e pepe. In uno stampo rotondo unto, disporre metà del composto, adagiare del prosciutto cotto e fontina, ricoprite con il composto rimasto, pressate i bordi, spennellate la superficie con olio e cuocere, in forno, per 30'. Togliere dallo stampo, riposare per 10', sformate e servite su un letto di insalata mista a piacere.

Gnocchi di ricotta e ortica
Lavare l'ortica, cuocerla in acqua salata e scolatela. Mescolare farina, ricotta, uovo, parmigiano, sale e pepe. Prendere un pò d'impasto ottenuto e dare forma agli gnocchi. Fateli riposare per 2 ore, lessarli e condirli con burro fuso, salvia e il restante parmigiano.

Sogliole al vino
Lavare e asciugare i filetti di sogliola. Salarli, peparli e passarli nella farina, scaldare l'olio e soffriggere i filetti di sogliola, aggiungere il vino bianco ed evaporare: coprire e ultimare la cottura. Cospargere di prezzemolo e servire con rondelle di limone e il sugo formatosi nella pentola.

Spongata di Natale reggiana
Preparare delle spezie ben grattugiate, tritare noci, mandorle e canditi. Preparare la pasta, sciogliere lo zucchero nel vino, aggiungere farina e gli ingredienti: impastarla, stenderla e formare 16 dischi, su 8 stendere il ripieno e coprirli con gli altri otto. Lasciare riposare per 1 giorno, cuocere in forno a 180° per 30'. Spolverare con lo zucchero a velo.

Stufato al latte di Ravenna
Mettere sul fuoco carne, cipolla, carota, sedano, basilico, verdure tritate, salsa di pomodoro, rhum e sale: macerare per 6 - 7 ore. Cuocere per 5 ore, prendere la carne e metterla in un'altra pentola, passare le verdure e unitele alla carne, aggiungere burro e cipolline, cuocere a fuoco basso: quando le cipolline sono cotte servire in tavola.

Tagliatelle alle verdure
Si preparano pulendo e tagliando i carciofi e altre verdure, saranno poi soffritti in olio; a parte si cuoceranno le tagliatelle che verranno insaporite con la salsa di verdure e cosparse di parmigiano grattugiato.

Tigella modenese
E' un tipo di pane caratteristico dell'appennino modenese, un prodotto agroalimentare tradizionale elencato con diversi nomi: tigella modenese, tigèla modenese, crescentina modenese, cherscènta modenese: è molto consumato durante le feste e sagre.

Timballetti di tortellini
Soffriggere un trito di carota, sedano, cipolla, burro e olio, aggiungete la salsiccia sbriciolata, sfumare con vino, inserire funghi e cuocere a fuoco vivace: aggiungere la passata, sale e pepe: cuocere per 40'. Lessate i tortellini, condirli con metà sugo e parmigiano. Foderate una teglia, versatevi metà dei tortellini. Aggiungere il sugo avanzato, besciamella e parmigiano; poi altri tortellini, altro sugo besciamella e parmigiano, infornate per 40'.

Torta di mele ferrarese
Mixare uova, zucchero e sale: frullare ottenendo una crema omogenea. Incorporare farina, lievito, cannella e latte. Sbucciare, pulire e tagliare le mele, bagnarle con succo di limone, aggiungerle al composto e amalgamare. Infornare e cuocere per 40' e riposare per 5'. Rovesciare la torta su un piatto e servirla tiepida o fredda.

Torta di patate piacentina
Lavate le patate e lessatele, affettate e stufate porro e scalogni, sbucciate e tritate aglio, prezzemolo e speck: ottenendo un pesto. Sbucciate le patate, schiacciatele, aggiungete porro, scalogni, uova, sale, formaggio, noce moscata e il lardo. Impastate farina, latte, acqua, zucchero e sale. Lavorate e tirate una sfoglia sottile, rivestite uno stampo rotondo, riempitelo del composto, spennellate con l'uovo, infornate a 180 per circa 50-55'.

Zampone modenese con lenticchie
Ammollare lo zampone e le lenticchie per una notte, bucherellarlo, avvolgerlo in un telo e cuocerlo per tre ore in acqua. In burro e olio soffriggere la cipolla, aggiungere le lenticchie e coprire con brodo di carne: cuocere per due ore, aggiungere salsa di pomodoro, brodo, sale e pepe, terminare la cottura. Affettare lo zampone e coprire con le lenticchie in umido.

Piatti tipici e ricette locali: a Parma
(Nota: questa parte è gestita direttamente dagli utenti del sito, quindi non possiamo garantire la veridicità delle informazioni presenti)

  • Cappelleti in brodo
     Per la pasta occorre: farina e uova; per il ripieno occorre: polpa di maiale e di vitello, salsiccia, prosciutto crudo, mortadella, uovo, parmigiano, pane grattugiato, burro, sale e noce moscata Preparate il ripieno versando in una ciotola tutti gli ingredenti, mescolate bene l’impasto e mettetelo in frigorifero. Setacciate la farina sulla spianatoia, formate la fontana, mettetevi al centro le uova e il sale. Sbattete con una forchetta di legno le uova, incorporare la farina con la punta delle dita, partendo dai bordi della fontana. Lavorate il composto, amalgamando bene gli ingredienti e avendo cura di cospargere di tanto in tanto la spianatoia con un poco di farina. Continuate in questo modo fino a ottenere un impasto sodo e omogeneo, poi, quando nella pasta iniziano a vedersi delle bollicine, raccoglietela formando una palla. Lasciatela riposare in una ciotola per mezz'ora.Ora la sfoglia può essere tirata a mano, con il mattarello, o con l'apposita macchinetta a manovella o elettrica. Va poi tagliata aiutandovi o con la rotella o con l’apposito arnese dei quadrati di 3-4 cm.Il vero tortellino è abbastanza piccolo. Ponete al centro di ogni quadrato di pasta un po’ di ripieno prima preparato, poi piegate la pasta a triangolo facendo aderire bene gli orli. Dopo aver stretto tra il pollice e l’indice di entrambe le mani gli angoli del lato più lungo, fate ruotare con la mano destra il triangolo di pasta intorno all’indice della mano sinistra, poi riunite i 2 angoli e stringeteli fino a farli combaciare, procedete così fino ad esaurimento degli ingredienti.Colate il brodo, quando bolle buttatevi i tortellini, fateli cuocere alcuni minuti. Serviteli in brodo e spolverizzateli di parmigiano grattugiato.

  • Secondi Piatti Arrosto morto
     Ingredienti: vitello, prosciutto crudo, chiodi di garofano, rosmarino, burro, sale e pepe Sciogliere il burro profumandolo con il rosmarino. Adagiatevi il pezzo di polpa di vitello, che avrete precedentemente bardato con fette sottilissime di prosciutto e aromatizzato con i chiodi di garofano. Legate l'arrosto per fermare meglio le fette di prosciutto che lo ricoprono. Regolate di sale e pepe e lasciate cuocere adagio, con la casseruola coperta, girando la carne più di una volta, per insaporirla bene. A fine cottura impattare e serive ben caldo.

  • Dolci e Gelati
     La spongata di Busseto è un dolce caratteristico paremense che viene consumato in prossimità del Natale, vanta una lunga tradizionale che ha origini rinascimentale; è in particolare legata al territorio parmense, soprattutto nei comuni di Busseto e Brescello. E' sostanzialmente costituito da pasta frolla farcita di frutta secca, miele e aromi vari, cotto al forno e presentato spolverizzato di zucchero a velo. La forma di presentazione è tradizionalmente a cupola rotonda schiacciata, del diametro di 25-30 centimetri, e dell'altezza di 3-5 centimetri.Al taglio presenta evidente l'involucro bianco della pasta sfoglia e la farcia di un colore nocciola interrotto dalla grana dei vari ingredienti, frutta secca in particolare.

Ecco alcune ricette tipiche a livello regionale:

Ricette di piatti tipici della regione emiliaromagna
Vedi tutti i vini Emiliani

Condividi sui social!

Inserimento nuovo piatto tipico

Attraverso questo form è possibile inserire in questa pagina piatti tipici locali e ricette del paese o della provincia. E' necessario inserire la propria email in quanto il post non verrà pubblicato fino a quando non sarà pervenuta la conferma (attraverso l'email). Eventuali danneggiamenti e/o usi impropri di questo strumento saranno registrati (data, ora e IP del collegamento).

Locale Provinciale Regionale

To Top