Parabiago (Milano) :: Territorio, Storia e Dati Amministrativi

Il territorio, la storia di Parabiago

nel territorio comunale di Parabiago scorrono due fiumi, l'Olona e il Villoresi. La conformazione geografica è quella tipica della Valle Padana. Storicamente il comune ha origini antichissime: centro palafitticolo, poi insubre ed infine romano. Nel Medioevo Parabiago fi longobarda, al tempo di Teodolinda. L'epoca di splendore di Parabiago è di certo il Settecento, periodo di dominazione austriaca. Dalla fine dell'Ottocento il comune diventa un centro industriale di primaria importanza. Gli anni Sessanta del Novecento significaroo un altro boom, demografico ed indiutriale per Parabiago. Nel territori comunale si trovano numerosi luoghi di culto, su tutti la chiesa dei Santi Gervasio e Protasio, risalente addirittura al V secolo, la chiesa di San Lorenzo di Parabiago, la chiesetta di Sant'Anna e altre ancora. Da visitare, senza dubbio, la Villa Maggi-Corvini. La frazione di Rovello è un luogo ancora verde, panorama sempre più raro nell'industializzatissima Val Padana. Zona ricca di cascine e mulini, si inserisce nel complesso naturalistico del Parco Agricolo Sovracomunale del Roccolo.

Dettagli Amministrativi:

Curiosità:

  • Nome degli Abitanti: parabiaghesi
  • Santo del Paese: SS. Gervasio e Protasio
  • Festa Paesana: 19 giugno

Dati Geografici:

  • Altitudine Municipio: 184 metri sul livello del mare
  • Latitudine: 45,5559 gradi decimali
  • Longitudine: 8,9467 gradi decimali

Vedi anche il territorio e la storia nei paesi confinanti a Parabiago
Arluno, Busto Garolfo, Canegrate, Casorezzo, Cerro Maggiore, Nerviano, San Vittore Olona

Condividi sui social!

To Top