Matelica (Macerata) :: Territorio, Storia e Dati Amministrativi

Il territorio, la storia di Matelica

Le radici del paese affondano nel neolitico: in epoca romana l'espansione che partò Matelica a diventare un municipium romano. Dopo un periodo di dipendenza dai longobardi, Matelica passò sotto Camerino. Il paese è ricco di storia, per questo merita una visita. Si inizi con la Cattedrale di Santa MAria Assunta, eretta nel Trecento, distrutta nel 1530 e ricostruita a fine Settecento secondo i canoni del neo-classicismo. Nell'omonima piaza si erge la chiesa di San Francesco, in stile romanico. Imponente il Palazzo del Comune; degno di nota anche il Palazzo del Governatore con la Torre civica di Matelica. Le attività produttive del comune sono ben differenziate: da un alto l'agricoltura ( in particolare vigneti, vedi il Verchicchio di Matelica) dall'altra industria (chimica, tessile e informatica).

Dettagli Amministrativi:

Curiosità:

  • Nome degli Abitanti: matelicesi o mateliani
  • Santo del Paese: Sant'Adriano
  • Festa Paesana: 16 settembre

Dati Geografici:

  • Altitudine Municipio: 354 metri sul livello del mare
  • Latitudine: 43,255 gradi decimali
  • Longitudine: 13,0115 gradi decimali

Vedi anche il territorio e la storia nei paesi confinanti a Matelica
Apiro, Castelraimondo, Cerreto d'Esi, Esanatoglia, Fabriano, Fiuminata, Gagliole, Poggio San Vicino, San Severino Marche

Condividi sui social!

To Top