Piatti tipici e ricette a L'Aquila e in provincia di L'Aquila

Piatti tipici a L'Aquila, ricette e gastronomia: questa è la pagina dedicata ai bongustai e agli apprendisti cuochi. Ecco a voi tutte le ricette tipiche del comune di L'Aquila. Primi, secondi, dolci, insaccati, vini, formaggi: ricette sconosciute ai più, ma di ottima qualità. Con le ricette che vi proponiamo stupirete tutti! Siete curiosi di provare uno dei piatti che vi proponiamo, ma ai fornelli siete un disastro? Cambiate pagina e prenotate un tavolo in uno dei ristoranti della zona o del comune: ne uscirete soddisfatti!

Piatti tipici L'Aquila

Amaretti
Ridurre in polvere mandorle e zucchero a velo; creare un impasto di farina, albumi, mandorle e zucchero, fatene della palline e deponetele in forno caldo per 15 minuti; fateli riposare per un ora, poi serviteli.

Baccalà  con sedano
Tagliate il baccalà, ammollarlo in acqua e latte, pulite e asciugate il sedano, appassite la cipolla nell'olio; unite i pomodori, mescolate e cuocere; ora calate il baccalà, il sedano, l'uvetta, i pinoli e le olive nere; salate, pepate e proseguite alla cottura: servite il baccalà caldissimo.

Bruschetta alla salsiccia di fegato
La sua preparazione vuole: pane casereccio, olio e sale quanto basta. alcune salsicce di fegato di maiale Abbrustolire le fette di pane, tagliate a metà, spalmarvi della salsiccia di fegato e servire immediatamente.



Bruschetta con crema di fave
I suoi ingredienti sono: fave, cipolla, olio, sale, pepe, pecorino e acqua. Soffriggete il trito di cipolla, aggiungete le fave sgusciate, acqua a coprire, sale e pepe. Cuocete per 30', frullate aggiungendo pecorino, emulsionate e spalmate su tostato.

Burro all'aglio
Ammorbidire il burro e montatelo a crema. Scottate l'aglio in acqua a bollore, sgocciolatelo, spellatelo, schiacciatelo, incorporatelo al burro e amalgamate. Spalmate su pane casereccio abbrustolito o accompagnate le bistecche.

Capitone alla griglia
Pulite e spellate un capitone, tagliatelo a tronchetti, ammollarli 2 ore in una marinata di aceto di vino, vino, alloro, sale e pepe. Porre il pesce in spiedini di metallo e cuocerli sul barbecue o alla griglia, a fuoco lento: serviteli ben caldi, con spicchi di limone.

Cardo in brodo
Pulite i cardi, teneteli a bagno per qualche ora, lessateli in acqua e succo di un limone. Con la polpa di maiale, uova, formaggio e sale preparate delle polpette; sbattete uova, parmigiano e sale Preparate del brodo di carne, inserite le polpettine ed i fegatini di pollo: bollire mescolando e servire caldo.

Cavatielli con la ricotta
E' un primo piatto semplice da preparare che prevede pochi ingredienti, per renderlo gustoso è importante che la ricotta sia fresca e di qualità. E' una ricetta considerata il piatto ideale per un pranzo o una cena dell'ultimo momento.

Croccante di Natale
Tostare e dorare le mandorle, cuocerle con lo zucchero e rimestare sino a che lo zucchero non si caramelli, togliere dal fuoco, versarvi la buccia di limone, e versare il composto bollente su una lastra di marmo unta e schiacciarlo con un coltello bagnato. Tagliarlo a rombi ancora caldo.

Crostata con gelatina di ciliegie
Amalgamate e tirate la pasta con il matterello e adoperatela per rivestire lo stampo per crostata. Eliminate la pasta eccedente per ricavatene delle decorazioni, spalmate sulla pasta la gelatina di frutta, disponete le decorazioni e infornate per 40' a 180 gradi. Sfornate, raffreddate e sformate.

Crostata con marmellata d'uva
Ridurre la pasta in una foglia sottile, ritagliate un ampio disco e foderate una tortiera imburrata; disponetevi marmellata d'uva e guarnite con la restante pasta con una cornice smerlata. Mettetela in forno caldo a 180 gradi e fatela cuocere fino a dorarla.

Crostini con la scamorza
Affettate del pane raffermo, tagliate fette sottili di scamorza, ungete una teglia da forno, porvi il pane, bagnato con gocce di latte e stendervi sopra la scamorza. Preriscaldate a 180°, aggiustate di sale e pepe, condite con olio e infornate, cuocere finché si indora e il formaggio fonde.

Farinata al rosmarino
Mescolare acqua e farina di ceci, eliminare i grumi, aggiungere sale, unire rosmarino e riposare per 60', aggiungere olio e rimescolare. Rimuovere il rosmarino, versare in una teglia e infornare a 200°C fino a quando appare bruciacchiato. Cospargere di pepe e servire caldissima.

Frittata di alici
Lavate e sgocciolate le alici, tritate le verdure e il peperoncino, sbattere uova, formaggio, prezzemolo, peperoncino e sale; unire le alici e versare una in padella oliata. Cucinare la frittata, girando almeno una volta: può essere servita calda o fredda.

Frittata di asparagi selvatici
E' preparata con uova e asparagi di bosco, è un piatto facile e veloce da realizzare. Attenzione quando preparate gli asparagi dovete spezzarli con le mani fino a quando il gambo non risulterà gommoso e duro: quella sarà la parte da eliminare

Insalata caprese
E' un antipasto che può essere servito anche come secondo piatto, rientra nei tipici piatti della cucina napoletana ed il suo nome deriva dall'isola di Capri. E' costituita da fette di pomodoro e mozzarella di bufala campana alternate e condite con olio, sale, basilico e origano.

Insalata di carote alla cannella
Pulite le carote e tagliatele a julienne, sistematele nell'insalatiera, salate, oliate e mescolate; completate con un'abbondante spolverata di cannella in polvere. Servitela con crackers o pane tostato.

Maccheroni alla chitarra
Sono spaghetti a sezione quadrata; preparati con un telaio chiamato chitarra, perché ai suoi lati più lunghi, sono tesi sottili fili metallici, qui viene stesa la pasta, che pressata con un matterello, viene tagliata quadrata: vengono accompagnati con sugo di castrato d'agnello, o d'agnello e peperoni o al pomodoro, al peperoncino spolverizzato di pecorino.

Mazzancolle al coccio
Sgusciate le mazzancolle senza togliere la testa e infarinatele, mentre il burro si scioglie, aggiungete le mazzancolle; salate, pepate, cuocete e giratele: risalate e ripepate. Aggiungete il brandy e flambate, evaporate con vino bianco e cuocete per un altro minuto; impattate e versateci il sugo della padella, guarnite con prezzemolo tritato e olio e servite

Misticanza
E' un termine dialettale che significa verdura mista, condita con olio, sale, pepe e aceto. La base della ricetta è costituita dalle verdure raccolte nei verdi prati della campagna laziale; per condirle si utilizza l'olio di oliva, sale, pepe ed aceto di vino, preparato con le dovute regole e abbondando in olio di oliva.

Pasta e lenticchie
E' un primo piatto ricco e gustoso, adatto per riscaldarsi dopo una fredda giornata invernale. Può essere preparata più asciutta o più brodosa; insaporita con pancetta affumicata e rosmarino, è una ricetta adatta per utilizzare pasta avanzata di vari formati e spezzata.Le lenticchie, ricche di vitamine, ferro e fibre, sono spesso considerate un ottimo sostituto della carne.

Pizza cola
Impastare farina, uova, zucchero, olio, anice, lievito di birra sciolto nel latte. Dare una forma arrotondata, arrotolare l'altra parte dell'impasto ottenendo un cilindro, schiacciare dando la forma di un manico, sistemare al centro un uovo: lasciar lievitare, infornare e cuocere per circa 20!.

Pizza dolce
Dividete la pasta, formare in due palle, copritele e lasciatele riposare. Appiattire e stendere la pasta, lasciare riposare per 5', mescolare burro, zucchero e cannella. Stendeteli sulla pasta, cuocere in forno alla massima potenza per 14'. Raffreddare e trasferire la pizza in un piatto da portata. Glassare con la salsa alla cannella.

Salsa all'aglio
Pestare l'aglio nel mortaio, lavorandolo in senso rotatorio, amalgamatevi olio e sale poco; bagnare e strizzare la mollica; Utilizzatene 1 pugno per porzione, bagnatela nell'aceto e incorporatela alla preparazione fino ad ottenere una crema.

Salsa Gazpacho
Mescolare maionese, mollica di pane, aceto di vino, pomodori spellati e senza semi, origano, fumetto di pesce, tritate tutto al mixer e portare alla giusta consistenza con il fumetto di pesce.

Sarde infornate
Pulite le sarde e svisceratele, tritate aglio e prezzemolo e soffriggerlo con olio, sale e peperoncino; unite i pomodori e fate restringere il sugo a fuoco allegro. Pelate le patate, tagliatele e disponetene uno strato in una teglia unta, conditele con il sugo, sovrapponete le sarde e disponete un altro strato di patate, spargete il sugo rimanente, brodo, olio e sale. Infornate per 30', servite caldo.

Scaloppine ai funghi e tartufi
Infarinate ile fette di vitello e cuocerle per 3', evaporare con vino bianco, salate e pepate; unite i funghi, amalgamandoli alle fettine, inserire il pestato di tartufi neri e funghi misti: cuocere per 3' senza far asciugare troppo il tutto, impattare e servire.

Scrippelle 'mbusse
Amalgamare uova e farina, diluendole con acqua; oliare una padella con olio, versarli l'impasto, ottenendo delle "scrippelle" sottili da cuocere a fuoco basso e poi raffreddarle. Bollire carne di manzo, muscolo, osso, ala di tacchino e gli odori per 120'. Filtrare il brodo, impattare le scrippelle arrotolate, versarvi il brodo, spolverando con parmigiano a volontà.

Sformato di patate e salsicce
Sono un piatto unico e invitante, dalla crosticina croccante fuori ed un cuore morbido e filante, i pezzetti di salsiccia racchiusi dalla mozzarella e le patate sono più che gustosi e arricchiscono lo sformato.

Sogliole alla giuliese
Svuotate le sogliole, spellatele e ritagliate le pinne. Sciacquatele, asciugatele e disponetele in un largo tegame, distribuitevi aglio, prezzemolo, succo di limone, olio e acqua, salate e cuocere per pochi minuti; unitevi le olive, intere o snocciolate, e servite subito guarnendo con fettine di limone.

Sorcetti verdi
Lessare e sbucciare le patate, schiacciarle ancora calde e raffreddarle. Passare gli spinaci lessati, strizzarli e unirli alle patate. Impastate con uova, sale e farina. Formare dei lunghi cilindri e tagliarli a pezzettini. Lessare i "sorcetti" per 2, scolarli e servirli caldi, conditi sugo di castrato e con pecorino.

Spaghetti ai liscari
Lavare gli agretti, lessare gli spaghetti e gli agretti insieme, scolare il tutto e porre in una grande zuppiera con olio: mescolare e aggiungere abbondante ricotta grattugiata e pepe: servire caldo.

Stoccafisso all'abruzzese
Tagliare lo stoccafisso, lavarlo ed asciugarlo; soffriggere olio e cipolla, sistemarvi lo stoccafisso e cuocerlo per 10'. Tritare prezzemolo, aglio e peperoncino; cospargerlo sul pesce, aggiungere alloro, cannella, chiodi di garofano, passato di pomodoro e unire i funghi: coprire e cuocere per 210'. Unire le patate tagliate, salare e proseguire lentamente la cottura fino a che lo stoccafisso sarà ben tenero.

Susumelli
Formate un panetto, tagliatelo a tocchetti che appiattirete in forma ovale con il palmo della mano. Sistemate le susumelle sulla placca imburrata del forno e cuocete per 15'. Una volta raffreddate le susumelle glassatene la parte superiore con il cioccolato fondente fuso con la cannella e la vaniglia in polvere.

Tagliatelle al sugo di lumache
Ammollare le lumache nella crusca, lavatele in aceto e sale, sciacquatele molte volte; bollitele per 30'; sgusciatele, ripassatele in aceto e sale, strofinatele nella farina gialla, per privarle della bava. Soffriggete, in olio, aglio e peperoncino; calate le lumache, salate e pepate e cuocere. Aggiungere rosmarino, pimpinella, menta, salvia, maggiorana e pomodori: mescolare, coprire e cuocere piano. Lessate le tagliatelle; scolatele, conditele con il sugo delle lumache e servite.

Tarallucci di Natale
Sono una specialità tipica pugliese il cui impasto è formato da farina, olio, sale e pepe; esistono diverse versioni dei taralli e in ognuna di esse vengono cucinati in modo diverso: i taralli sono degli snack da mangiare per merenda, graditi dai grandi ma anche dai più piccini.

Piatti tipici e ricette locali: a L'Aquila
(Nota: questa parte è gestita direttamente dagli utenti del sito, quindi non possiamo garantire la veridicità delle informazioni presenti)

  • Piatto di Anellini alla pecorara
     Sono necessari: pasta ad anellini, salsa di pomodoro, ricotta di mucca, melanzane a dadini, guanciale di maiale, cipolla piccola, olio d’oliva, sale e pecorino grattugiato. Rosolate la cipolla tritata ed il guanciale, aggiungere quindi la salsa di pomodoro e lasciar cuocere per circa 20 minuti. Rosolate in una padella antiaderente i dadini di melanzana usando pochissimo olio, il giusto per ungere la padella e nulla più. Bollire l’acqua salata per la pasta e cuocete gli anellini. Non fateli ammorbidire troppo, devono restare un po’ al dente. Scolateli e versateli nel tegame con il sugo, aggiungendo anche le melanzane ed un po’ di pecorino. Saltate a fiamma vivace per 3 minuti, quindi servite in tavola, preparando le porzioni per i commensali e mettendo la ricotta fresca a crudo su ogni piatto, assieme ad una spolverizzata di pecorino.

  • Secondi Piatti Pecora alla cottona
     Occorre spezzatino pecora, carote, cipolle, pomodori maturi da salsa, spicchi d’aglio, sedano, vino bianco secco, olio extravergine d’oliva, limone, bacche di ginepro, pepe, origano, rosmarino, alloro, Peperoncino secondo gusto e sale q.b. In un grande tegame mette in abbondante acqua salata, tutte le erbe odorose, una carota, una cipolla, uno spicchio d’aglio, un pezzo di sedano e il limone. Portate a bollore e aggiungete la carne ben lavata e il vino. Schiumate il brodo durante la cottura che deve durare almeno tre ore a fuoco lento.Spellate, private dei semi e tritate i pomodori. Tritate sedano, carota, cipolla e aglio. Soffriggete nell’olio il trito, aggiungete il peperoncino e il pomodoro. Scolate lo spezzatino dal brodo e aggiungetelo al tegame con il sugo, continuando la cottura sino a che la carne risulti molto tenera. Il fondo di cottura è ottimo per condire la pasta.

  • Contorno Fuje strascinate
     sono necessari verze, alloro, aglio, olio, vino bianco secco. Soffriggere nell’olio l’aglio e le foglie di alloro. Aggiungere poca acqua e vino bianco secco e portare ad ebollizione. Unire allora le verze ben pulite e lavate e farle cuocere, salandole a metà cottura.

  • Dolci e Gelati
     Il fiadone è un tipico prodotto da forno abruzzese che si gusta nelle feste pasquali, anche tutto il resto dell’anno; si propone sia in una versione salata, più diffusa nelle aree litoranee, sia una dolce, più diffusa nelle aree interne. Ha la forma di un raviolo, la sfoglia esterna è preparata con un impasto di uova, olio, vino bianco, farina, mentre il ripieno può variare dal formaggio, con prodotti a pasta dura come il Rigatino e Pecorino; o con uova e spezie diverse.

Ecco alcune ricette tipiche a livello regionale:

Ricette di piatti tipici della regione abruzzo
Vedi tutti i vini Abruzzesi

Condividi sui social!

Inserimento nuovo piatto tipico

Attraverso questo form è possibile inserire in questa pagina piatti tipici locali e ricette del paese o della provincia. E' necessario inserire la propria email in quanto il post non verrà pubblicato fino a quando non sarà pervenuta la conferma (attraverso l'email). Eventuali danneggiamenti e/o usi impropri di questo strumento saranno registrati (data, ora e IP del collegamento).

Locale Provinciale Regionale

To Top