Castelfranco Veneto (Treviso) :: Territorio, Storia e Dati Amministrativi

Il territorio, la storia di Castelfranco Veneto

Castelfranco sorge in una posizione geografica strategica, vicina a quattro capoluoghi di provincia (Vicenza, Padova, Treviso e Venezia) ai quali è ottimamente collegata. Dicevamo in precedenza che Calstelfranco Veneto nasce come città fortificata medioevale, dotata di una castello e di una solida cinta muraria. I trevigiani, che fondarono la fortezza, per invogliare la gente ad abitarla, esentarono gli abitanti da due tasse, di qui castel franco. Il castello era governato da due consoli con mandato semestrale. Nel 1329 Castelfranco passò nelle mani di Cangrande della Scala, signore di Verona, benefattore di Dante Alighieri. Pochi anni dopo la cittadella passò in mano a Venezia che la tenne ininterottamente fino al 1797, anni in cui Napoleone fece il suo vittorioso ingresso in Treviso. In seguito al Congresso di Vienna Castelfranco ando all'Austria. Solo nel 1866 entrò nel Regno d'Italia. La città ha dato i natali a Giorgione (pittore, autore de "La Tempesta", Museo dell'Accademia di Venezia) che ha laciato in città la pregevole Pala di Castelfranco. Il castello, ancora ben visibile, è il nucleo della cittadina. La costruzione, difesa da alte mura, ha sei torri, ma da un disegno ritrovato nella Biblioteca Civica, un tempo dovevano essere sette. Originario di Castelfranco Veneto anche l'attuale campione del mondo di ciclismo su strada Alessandro Ballan, vincitore di Varese 2008.

Dettagli Amministrativi:

Curiosità:

  • Nome degli Abitanti: castellani
  • Santo del Paese: San Liberale
  • Festa Paesana: 27 aprile

Dati Geografici:

  • Altitudine Municipio: 43 metri sul livello del mare
  • Latitudine: 45,677 gradi decimali
  • Longitudine: 11,927 gradi decimali

Vedi anche il territorio e la storia nei paesi confinanti a Castelfranco Veneto
Castello di Godego, Loreggia, Resana, Riese Pio X, San Martino di Lupari, Santa Giustina in Colle, Vedelago

Condividi sui social!

To Top