Atri (Teramo) :: Territorio, Storia e Dati Amministrativi

Il territorio, la storia di Atri

Atri Centro di probabile origine Sabina, passò agli Etruschi per poi entrare nella Confederazione Picena. Nel XIV secolo la cittadina passò alla famiglia Acquaviva, in ottimi rapporti con gli aragonesi, che dominavano il Regno di Sicilia. Solo nel 1757 Atri passò sotto il diretto controllo del Regno di Napoli, per seguirne le vicende sino all\'Unità. Da visitare la Cattedrale di Atri, dedicata a Maria Assunta, monumento nazionale, duecentesca, capolavoro romanico, affrescata dai migliori pittori locali tra Due e Quattrocento. Importanti anche le altre architetture religiose ed i palazzi quali Palazzo Acquaviva, ovvero il Palazzo Ducale, e Palazzo di Valforte.

Dettagli Amministrativi:

  • Nome Completo: Atri
  • Provincia: Teramo (TE)
  • Regione: Abruzzo
  • C.A.P. (Codice Avviamento Postale): 64032
  • Codice Catastale: A488
  • Codice ISTAT: 067004
  • Prefisso Telefonico: 085
  • Sito del comune: http://www.comune.atri.te.it/

Curiosità:

  • Nome degli Abitanti: atriani
  • Santo del Paese: Santa Reparata
  • Festa Paesana: secondo lunedì dopo Pasqua

Dati Geografici:

  • Altitudine Municipio: 444 metri sul livello del mare
  • Latitudine: 42,5788 gradi decimali
  • Longitudine: 13,9857 gradi decimali

Vedi anche il territorio e la storia nei paesi confinanti a Atri
Pineto, Silvi, Morro d'Oro, Notaresco, Roseto degli Abruzzi, Cellino Attanasio, Montefino, Castilenti, Città Sant'Angelo

Condividi sui social!

To Top