Andria (Barletta Andria Trani) :: Territorio, Storia e Dati Amministrativi

Il territorio, la storia di Andria

nel Medioevo la città di Andria rivestiva un ruolo di primo piano nella politica del meridione. Sede vescovile a partire dalla metà del XII secolo, per volere di papa Adriano IV e centro normanno ( prima era stata possedimento bizantino), Andria fu fedele a Federico II che fece costruire il Castel del Monte vicino ad un'antica abbazia benedettina. Nel corso degli anni, Andria fu possedimeto della famiglia Del Balzo, sotto le dinastie angioine e aragonesi che si susseguirono tra 3 e 400. Dopo che nel 1504 re Ferdinando il Cattolico di Spagna conquistò il Regno di Napoli, Andria fu concessa dal sovrano a Consalvo di Cordova a cui succedette la famiglia Carafa. Saltando qualche secolo di confusione, Andria fu un centro importante durante il Risorgimento: fu sede del gruppo carbonaro "Società degli Spettri" e di una sezione della "Giovine Italia" di Mazzini. Andria dista appena 10 chilometri dal mare: è un centro appetibile per un soggiorno estivo. Il clima è ottimo: inverni miti con poche precipitazione ed estati calde, ma secche e ventilate. Per quanto riguarda la vegetazione, cresce rigogliosa la macchia mediterranea. Chi passa da Andria non potrà non ammirare il Castel del Monte, fatto costruire da Federico II, simbolo di tutta la Puglia. Bellissimo anche il Palazzo Ducale. Apprezzabili anche le architerrure religiose come la Cattedrale (dotata di cripta) e la quattrocentesca chiesa di San Domenico.

Dettagli Amministrativi:

Curiosità:

  • Nome degli Abitanti: andriesi
  • Santo del Paese: San Riccardo
  • Festa Paesana: terza domenica di settembre

Dati Geografici:

  • Altitudine Municipio: 151 metri sul livello del mare
  • Latitudine: 41,2316 gradi decimali
  • Longitudine: 16,2917 gradi decimali

Vedi anche il territorio e la storia nei paesi confinanti a Andria
Barletta, Canosa di Puglia, Corato, Minervino Murge, Ruvo di Puglia, Spinazzola, Trani

Condividi sui social!

To Top